Gian Luca Comandini Presenta la Blockchain Management School

In questa scuola ci teniamo a valorizzare le storie, le esperienze e i progetti dei nostri Docenti. Da un lato ci avvicina ancora di più a loro, fidelizzandoli, e dall’altro ci permette di creare contenuti intorno a temi rilevanti per la nostra community.

La storia di oggi riguarda un progetto di formazione rivoluzionario che vede protagonista Gian Luca Comandini, nostro Docente per il nuovo modulo di Blockchain Marketing. Il progetto è quello della Blockchain Management School, di cui Gian Luca è Direttore e formatore.

Diamo dunque a Gian Luca Comandini la possibilità di presentare la prima scuola italiana incentrata in toto sulla tecnologia blockchain.

Se un nostro Docente fonda una scuola è nel nostro interesse promuoverla. Si tratta dopotutto di consentire a un particolare target di avere un assaggio della materia in casa da noi, qui alla DCA, per poi proseguire su un percorso più verticale. Partiamo dunque proprio dal target. Quali sono i segmenti di pubblico a cui si rivolge la Blockchain Management School?

“La Blockchain Management School risponde alla domanda, ormai sempre più crescente, di poter essere formati in ambito blockchain. E ciò deve avvenire di pari passo sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista manageriale. Infatti all’interno della Scuola, vi sono due percorsi specifici: Technology, per i tecnici che volessero approfondire la tecnologia blockchain dal punto di vista dello sviluppo e della crittografia; Management, per chi invece avesse voglia di specializzarsi con un approccio più prettamente consulenziale della materia, per poi quindi diventare un manager o un consulente blockchain per multinazionali e imprese. Poi per i più coraggiosi abbiamo pensato ad un Master Lab che unisca entrambi i percorsi, dura circa 3 mesi e, ovviamente, esci che sei un supereroe”.

Come sappiamo, la vera forza di una scuola la fanno i Docenti. Il tuo curriculum parla da sè ma non è certo un progetto che seguirai da solo. Dacci allora un’anteprima delle professionalità presenti nella scuola. Chi sono i professionisti che ti accompagneranno in questo nuovo viaggio e come sono stati selezionati?

“La selezione è durata mesi. Ci tenevo affinché fossero le migliori professionalità del nostro paese. Dovevamo essere sicuri di fornire agli studenti un team composto dai migliori docenti in circolazione. Infatti, oltre a me, abbiamo molti dei componenti della task force del governo in ambito blockchain e praticamente tutti i più noti speaker e formatori del settore. Citarli tutti e 20 sarebbe impossibile ma ne sottolineo alcuni come Massimo Chiriatti, Federico Tenga e i ragazzi di Chainside, Stefano Capaccioli, Giorgio Mazzoli, Francesco Redaelli e tantissimi altri. Abbiamo anche un Direttore Scientifico di grande esperienza e preparazione come Laura Cappello”.

Master, Bootcamp, Workshop. Tutte parole che qui conosciamo bene, ma che magari all’esterno non sono immediate. Aiutaci dunque a navigare nell’offerta formativa della Blockchain Management School. Quali sono i diversi percorsi formativi cui lo Studente può accedere?

“L’offerta dei corsi è molto variegata perché nonostante l’altissimo livello dei docenti coinvolti e degli strumenti e delle strutture messe a disposizione richiedesse un importante investimento, ci tenevamo a poter rendere la Scuola comunque economicamente accessibile a tutti. Per questo motivo abbiamo messo a disposizione borse di studio e bonus didattici che permettono di avere accesso a sconti fino a 2.000€ per i primi iscritti ed abbiamo suddiviso l’offerta formativa in:

A) Workshop: sono i singoli moduli. In media un workshop dura uno o due giorni ed è una full immersion in un unico argomento verticale per chi fosse interessato a seguire solo alcune tematiche e non tutto il corso (costa intorno ai 250€);

B) Bootcamp: sono i due percorsi principali. Uno Technology ed uno Management. Come fossero due piccoli master specifici sui due diversi ambiti di studio (hanno un costo medio di circa 2.000€);

C) Master Lab: è l’unione dei due corsi. Per chi volesse approfondire sia la parte tecnica che quella manageriale abbiamo creato una sorta di “Masterone” che unisce i due corsi e aggiunge la possibilità di fare stage in importanti aziende del settore (il costo complessivo è di circa 5.900€).

Una scuola nasce laddove c’è un’esigenza formativa. Se la Blockchain Management School è stata partorita proprio ora è perché il mercato lo chiede, e ne ha bisogno. Concludiamo allora con una panoramica proprio sul mercato del lavoro. Come vedi evolvere questo settoree quali sono gli sbocchi lavorativi più appetibili?

“Ormai oltre la metà delle Università mondiali ha annunciato i primi corsi in blockchain. Gran parte delle più grandi aziende del mondo ha iniziato ad investire in questo settore. In pochi anni la situazione è esplosa e non c’è governo che non stia lavorando a regolamentazioni o norme (proprio in Italia abbiamo avuto una prima legge in materia pochissimi giorni fa).

TechCrunch e molti altri noti analisti hanno annunciato che lo sviluppatore blockchain ed il consulente blockchain saranno i lavori più richiesti e pagati dei prossimi anni. Dunque direi che ci troviamo davanti ad un Internet 2. Non dimentichiamoci cosa successe dopo la bolla delle dotcom e quanto il mondo sia cambiato grazie ad Internet, adesso siamo alle porte di una rivoluzione potenzialmente anche superiore al web, è un punto di non ritorno, ci sarà da divertirsi”.